Perdasdefogu, il paese dei centenari

Pietre da fuoco. È questo il significato di Perdasdefogu, borgo abitato da poco più di 1700 abitanti situato nella Sardegna sud-orientale. Un nome che negli ultimi anni è diventato celebre in tutto il mondo per via di una particolarità: si tratta del paese con la più alta concentrazione di centenari in rapporto alla popolazione del pianeta. Perdasdefogu rientra insieme ad altri comuni dell’Ogliastra nella blue zone, una delle cinque aree del mondo in cui sono state registrate le più alte percentuali di persone longeve tra i loro abitanti. Questo piccolo centro, a circa un’ora e mezza di auto dal porto di Cagliari, è uno posto da visitare non solo per cercare di scoprire l’elisir di lunga vita, ma anche perché si trova in un luogo caratterizzato da luoghi di interesse storico-naturalistico unici.
A Perdasdefogu, il paese dei centenari:

I centenari di Perdasdefogu

Perdasdefogu, chiamato dai suoi abitanti Foghesu (fornace) è entrato due volte nel Guinness World Record per via dei suoi abitanti: nel 2014 per la famiglia più longeva del mondo, costituita dai nove fratelli Melis la cui somma dell’età faceva 837 anni. Il secondo record è stato raggiunto nel 2021, quando su un totale di 1740 residenti ben 8 (lo 0,449%) avevano raggiunto o superato i cento anni di vita e 40, invece, over 90. La presenza di una popolazione longeva ha attirato l’interesse della comunità scientifica, tra cui gli studiosi della Comunità Mondiale della Longevità Cmdl e Ierfop che hanno avviato il progetto “Perdas – with Extreme resources during ageing in Sardinia”. Obiettivo del progetto è quello di mettere in evidenza, attraverso interviste e testimonianze, la salute fisica e mentale dei centenari, soffermandosi molto sugli aspetti psicologici oltre che sullo stile di vita, il tempo trascorso all’aria aperta e l’alimentazione.

Cosa vedere a Perdasdefogu

L’area in cui sorge oggi Perdasdefogu fu abitata sin dalla preistoria, come testimoniano alcune tombe di Giganti, la fonte sacra di Peddi dei cani e nuraghi Arras, Prediargiu, Trutturis, Florentina e Perdixeddu. Tuttavia Perdasdefogu è noto per essere un borgo medievale che appartenne prima al giudicato di Cagliari e successivamente alla curatoria di Sarrabus. Caratterizzano le sue vie edifici ottocenteschi e case in pietra, al suo centro sorge la chiesa parrocchiale di San Pietro apostolo, costruita a fine XIX secolo. Nella parte più alta del borgo sorge la chiesa di san Sebastiano che conserva elementi proto-romanici dell’XI secolo. A Perdasdefogu si trova anche un poligono interforze di Quirra, tra i più grandi d’Europa. Accanto al poligono sorge il parco di Bruncu Santoru ricco di boschi di lecci e macchia mediterranea, dove vivono i cervi sardi. Tra le bellezze naturali presenti in zona, meritano una visita anche Sa Brecca de is Tapparas, una specie di canyon a cielo aperto, le grotte di Is Angurtidorgius, i tacchi di Jerzu e le cascate di Luesu, immerse tra le querce.

Photo credits:
Foto di Gianni Careddu da Wikimedia

Articoli correlati

10 Giugno 2024

Posti da Visitare

La costa sud-ovest della Sardegna: Viaggio alla scoperta di Galleria Henry

30 Maggio 2024

Posti da Visitare

Le più belle spiagge della costa est della Sardegna

9 Maggio 2024

Posti da Visitare

Viaggio ad Atzara, borgo incantevole dell’entroterra sardo

Viaggia in Sardegna con TraghettiPer, prenota online il traghetto e risparmia

Metodi di pagamento
Certificazioni