Traghetti per Santa Teresa di Gallura: informazioni e collegamenti con la Sardegna

Vuoi raggiungere velocemente e comodamente il porto di Santa Teresa di Gallura? Lo scalo sardo è uno dei punti di approdo principali dei traghetti per la Sardegna: in particolare, le numerose corse collegano Santa Teresa di Gallura con Bonifacio.

Il porto di Santa Teresa di Gallura si trova in una posizione privilegiata, facilmente raggiungibile in auto, aereo e autobus. I collegamenti e la frequenza delle corse con la Sardegna sono assicurati dalla compagnia Moby che intensifica i traghetti durante l’alta stagione, dalle ore 7:00 alle ore 1:00 circa, mentre durante la bassa stagione vengono ridotti.

Porto di Santa Teresa di Gallura

Acquista il biglietto per il porto di Santa Teresa di Gallura

La Sardegna è una meta turistica sempre molto in voga e, soprattutto nei mesi estivi, ti consigliamo di prenotare per tempo il biglietto per il porto di Santa Teresa di Gallura. Per prenotare il biglietto, consulta il nostro sistema di prenotazione online, che ti permetterà di valutare in una sola schermata tutte le offerte e gli orari.

La consegna dei biglietti avverrà tramite email (biglietti stampabili) o via posta ordinaria (pagando un piccolo supplemento). Per qualsiasi dubbio, non esitare a contattare il nostro call center, 0565 960130, attivo dal lunedì al sabato dalle ore 9:00 alle ore 20:00.

Imbarcare o sbarcare auto e passeggeri al porto di Santa Teresa di Gallura

Per le operazioni di imbarco e sbarco, tutti i passeggeri, con o senza veicolo, sono tenuti a seguire le informazioni impartite dal personale di bordo. Di solito, chi deve imbarcare un veicolo deve presentarsi al molo di imbarco circa 2 ore prima, mentre chi non ha veicoli al seguito può arrivare 1 ora prima.

Dopo aver posizionato il veicolo all’interno del garage del traghetto, non sarà più possibile accedervi durante la navigazione. Se al momento dello sbarco non sarà possibile attraccare, l’operazione verrà eseguita appena possibile nel porto di destinazione, nel porto di approdo più vicino o nel porto di origine.

Compagnie per il porto di Santa Teresa di Gallura in Sardegna

La compagnia che garantisce i traghetti per il porto di Santa Teresa di Gallura è la Moby.

Come raggiungere il porto di Santa Teresa di Gallura

Il porto di Santa Teresa di Gallura si raggiunge tramite auto, aereo o autobus.

Come arrivare al porto di Santa Teresa di Gallura in auto

Santa Teresa di Gallura ha due strade principali che la collegano con le altre città della costa settentrionale della Sardegna, ovvero la strada statale 133 e la strada provinciale 90.

Come arrivare al porto di Santa Teresa di Gallura in aereo

Gli aeroporti di Alghero e Olbia sono i due più vicini al porto di Santa Teresa di Gallura, distanti rispettivamente 130 km e 64 km.

Come arrivare al porto di Santa Teresa di Gallura in autobus

Da Oristano, Olbia, Sassari, Nuoro e Cagliari (solo per citare alcuni dei più importanti centri abitati sardi) partono ogni giorno diversi autobus diretti verso Santa Teresa di Gallura.

Indirizzo del porto di Santa Teresa di Gallura

L’indirizzo del porto di Santa Teresa di Gallura è Via La Filetta, 07028 Santa Teresa Gallura (OT).

Parcheggi per le auto

Nei parcheggi del porto di Santa Teresa Gallura potrai parcheggiare il vostro veicolo senza preoccuparvi della sua custodia in sicurezza: lo staff si prenderà cura della vostra auto.

Servizi del porto

All’interno del porto troverai Stazione marittima un bar, servizi igienici e una biglietteria.

La storia del porto

Le prime presenze in questa zona risalgono al 4000 a.C.: lo testimoniano diversi resti archeologici rinvenuti vicino al centro del paese. Nel periodo in cui i Romani hanno dominato la Sardegna, erano presenti due centri: Tibula e Longonis. Quest’ultimo si trovava a sinistra del porto attuale ed è nato come piccolo paese di pescatori. Sembra che il nome Longonis sia dovuto alla costa allungata sulla quale sorgeva e che proprio per la sua struttura offriva una protezione naturale alle imbarcazioni.

I Romani sfruttarono questa zona per la presenza di granito, che una volta lavorato veniva trasportato a Roma per la costruzione di monumenti e ville. Con l’arrivo dei pisani nel periodo del Medioevo e delle Repubbliche Marinare, nacque il paese di Longobardo, che serviva come punto strategico verso la Corsica, allora sotto dominio dei pisani.

Nel XIII e XIV secolo, Santa Teresa di Gallura diventò (insieme ad Alghero, Porto Torres e Cagliari) uno dei quattro porti dai quali potevano partire o arrivare merci. Nel 1808, si assiste alla rinascita del piccolo borgo. Infatti, Emanuele I fondò Santa Teresa e ne favorì il popolamento donando appezzamenti di terreno ai coloni che ci si trasferivano.

Le tratte attive dal porto