Porto di Napoli: partenze dei traghetti per la Sardegna

Dal porto di Napoli, ogni giorno, partono diversi traghetti diretti verso la Sardegna e verso Cagliari in particolare.

Un po’ di storia

Le origini della città e del porto di Napoli risalgono al periodo del dominio greco, quando, nel IX secolo a.C., dei navigatori provenienti da Rodi sbarcarono qui e fondarono una colonia greca sull’attuale promontorio di Pizzofalcone.

Nel periodo del dominio normanno, il porto di Napoli acquistò sempre più importanza. Durante il dominio degli Angioini, il porto s’ingrandì sempre di più, furono costruiti nuovi edifici e Napoli diventò una delle città più popolate d’Europa.

Sotto il dominio dei Borboni, diventò uno dei porti più forti e organizzati di tutta Europa. Ma nel 1861 iniziò il suo declino: infatti, in seguito all’Unità d’Italia, i traffici diminuirono notevolmente.

Grazie all’impegno e alla volontà di Francesco Saverio Nitti e dell’ammiraglio Augusto Witting, nel Novecento cominciò la rinascita del porto di Napoli. Durante il fascismo, il porto fu sfruttato come collegamento con le colonie e fu dotato d’infrastrutture ed edifici nuovi, come la Stazione marittima (costruita nel 1932).

Dopo la seconda guerra mondiale, il porto di Napoli fu il punto di partenza per tutti quegli italiani che andavano a cercare fortuna in America.

Il porto oggi

Attualmente, quello di Napoli è uno dei porti più conosciuti d’Europa. Il traffico passeggeri si svolge al Molo Angioino (dove attraccano le navi da crociera e dove si trova la stazione marittima) e al Molo Beverello (dove arrivano i traghetti e gli aliscafi).

Il porto di Napoli è collegato al porto di Cagliari con i traghetti della Tirrenia.

Come arrivare

Per arrivare al porto di Napoli, avete diverse possibilità a disposizione:

  • In auto. Dalla tangenziale di Napoli (facilmente raggiungibile dalle principali autostrade), bisogna uscire allo svincolo per via Marina e proseguire su questa strada. Dopo un po’, si arriva al Maschio Angioino: il molo è lì vicino.
  • In treno. Dalla Stazione centrale di Napoli, prendete la metropolitana e scendete a Municipio o a Università. In alternativa, dalla stazione potete prendere un taxi, il viaggio è breve.
  • In aereo. Dall’aeroporto di Capodichino, è possibile arrivare al porto in autobus o in taxi.

Come prenotare

Prenotare i biglietti dei traghetti da Napoli a Cagliari e viceversa è facilissimo. Dovete soltanto inserire le informazioni richieste nei vari campi del form di prenotazione:

  • Tratta;
  • Data/e;
  • Viaggio solo andata o andata e ritorno;
  • Numero ed età dei passeggeri;
  • Tipo, modello e dimensioni del veicolo da imbarcare.

Inserite queste informazioni, fate clic su “Ricerca”.

Orari di partenza e di arrivo

Una volta fatto clic su “Ricerca”, il sistema di prenotazione vi fornirà tutti gli orari con tutte le partenze previste in quella giornata. E sempre in questa schermata potrete, con un solo colpo d’occhio, prenotare il viaggio al prezzo più conveniente.

Le tratte attive dal porto