Cosa vedere nella regione dell’Ogliastra: tutto il bello della Sardegna

Ogliastra cosa vedereLa Sardegna è una terra grande e vasta, tutta da scoprire. Ma c’è una regione che sembra quasi concentrare quanto di meglio quest’isola mediterranea abbia da offrire: grotte, spiagge, storia, monti. Stiamo parlando della regione dell’Ogliastra. E queste sono le cose più importanti da vedere.

Arbatax – La frazione costiera del Comune di Tortolì. Arbatax è una delle principali località turistiche nella regione dell’Ogliastra. Celebre per le sue Rocce Rosse, una scogliera di porfido rosso che si tuffa direttamente in mare. Le Rocce Rosse sono un po’ il simbolo dell’intero centro abitato.

Gennargentu – Un grande massiccio montuoso che sorge nel cuore della Sardegna, massiccio composto da un susseguirsi di alture tondeggianti. Gli appassionati di escursioni hanno a disposizione diversi itinerari per scoprirlo (come Gola di Gorropu, Tiscali e Foresta di Montarbu). Chi invece volesse viaggiare più comodamente può ricorrere al Trenino Verde di Arbatax.

Spiagge – In Sardegna ci sono alcune delle spiagge più belle del mondo e l’Ogliastra non è certo da meno. Cala Luna, cala Sisine, cala Biriola, cala Mariolu, cala Goloritzé, Porto Frailis e San Gemiliano: tutti nomi che evocano scenari paradisiaci fatti di sabbia immacolata e mare dall’intenso colore blu. La più famosa è sicuramente cala Luna, nome guadagnato grazie al colore blu cobalto del mare.

Grotte – L’Ogliastra è famosa anche per le sue grotte, ognuna delle quali è un’autentica opera d’arte della natura, come Su Marmuri, grotta Taquisara, grotta di Su Meraculu. E soprattutto come la grotta del Fico, a Baunei, la cui apertura si trova nella scogliera calcarea del golfo di Orosei.

Escursioni – Se queste sono le cose da vedere nella regione dell’Ogliastra, ci sono anche delle escursioni da fare verso alcuni piccoli e pittoreschi centri abitati, come Bari Sardo, Jerzu, Ulassai, e verso le foreste di Bingionniga (caratteristica per i cosiddetti tacchi dell’Ogliastra) e di Montarbu.

 

Fonte immagine: Flickr.com/photos/fabiogis50

Articoli correlati