Traghetti Civitavecchia: informazioni e collegamenti con la Sardegna

Il porto di Civitavecchia è uno dei principali scali italiani dai quali partono i traghetti per la Sardegna. Si trova in una posizione centralissima ed è facilmente raggiungibile in auto, in treno e in autobus. Ogni giorno, dal porto di Civitavecchia partono diverse corse verso la Sardegna, in particolare verso i porti di Olbia, Arbatax, Cagliari e Porto Torres.

Le principali compagnie che offrono il servizio sono, ad esempio, Sardinia Ferries, Tirrenia e Grandi Navi Veloci. La frequenza delle corse può variare in base alla stagione (corse più frequenti in estate e primavera e meno in autunno e inverno) ma è comunque assicurato almeno un collegamento giornaliero tra Civitavecchia e la Sardegna. In alta stagione, la prima corsa viene effettuata alle 8:30 circa mentre l’ultima alle 22:30 circa.

Porto di Civitavecchia

Come acquistare il biglietto per la Sardegna dal porto di Civitavecchia

Acquistare online i biglietti dei traghetti per la Sardegna è semplicissimo: devi soltanto utilizzare il nostro sistema di prenotazione online e compilare tutti i campi richiesti, e il gioco è fatto. In una sola schermata potrai consultare, 24 ore su 24, tutti gli orari e le tariffe delle varie compagnie.

I biglietti saranno spediti via mail (biglietti che saranno anche stampabili) oppure via posta ordinaria (con supplemento). Per qualsiasi necessità e per avere maggiori informazioni, potete fare riferimenti al nostro call center attivo da lunedì a sabato nell’orario dalle ore 9:00 alle ore 20:00 che risponde al seguente numero 0565 960130.

Imbarcare o sbarcare auto e passeggeri al porto di Civitavecchia

Il passeggero, con o senza veicolo, deve presentarsi presso il porto d’imbarco entro il termine indicato sul biglietto: di solito, si tratta di 2 ore prima se hai un veicolo o 1 ora prima senza veicolo. Ricorda che il personale della Compagnia potrà effettuare controlli al momento dell’imbarco, durante il viaggio o al momento dello sbarco. I passeggeri, quindi, devono portare sempre con sé il biglietto e un documento di identità valido.

All’interno della nave, il passeggero che guida il veicolo dovrà posizionare lo stesso seguendo le istruzioni fornite del personale. Tutti veicoli imbarcati a bordo dovranno essere lasciati chiusi, con la prima marcia inserita e con il freno a mano azionato. Qualora la nave sia dotata di ingresso laterale per i passeggeri a piedi, l’accesso al garage con l’autovettura è ammesso al solo autista: i passeggeri al seguito dovranno utilizzare la scala laterale muniti del biglietto nominale di check-in. È assolutamente proibito accedere al garage della nave durante la navigazione.

Se le condizioni del mare o altre cause indipendenti dalla volontà della Compagnia di navigazione non permettessero lo sbarco dei veicoli all’arrivo nel porto di destinazione, si procederà allo sbarco degli stessi non appena possibile.

Compagnie dal porto di Civitavecchia per la Sardegna

Le principali compagnie di navigazione che servono la Sardegna dal porto di Civitavecchia sono:

  • Sardinia Ferries;
  • Tirrenia;
  • GNV;
  • Moby;
  • Saremar.

Elenco puntato delle compagnie, solo quelle presenti sul sito.

Come raggiungere il porto di Civitavecchia

Il porto di Civitavecchia è ben collegato e raggiungibile facilmente da tutta la penisola italina, tramite autoveicoli, treni, autobus o aerei.

Come arrivare al porto di Civitavecchia in auto

Il porto di Civitavecchia è facilmente raggiungibile in auto tramite:

  • Autostrada A12 Roma – Civitavecchia;
  • Strada Statale 1 Via Aurelia;
  • Strada Statale 675 Umbro-Laziale;
  • Strada Statale 698 del Porto di Civitavecchia.

Come arrivare al porto di Civitavecchia in treno

Se arrivi in treno, vi troverai in prossimità dell’ingresso sud del porto. In particolare, il treno da prendere è la linea FL5 Roma Termini – Civitavecchia, collegata alle stazioni principali della Metropolitana di Roma. Dalla stazione del treno, è possibile servirsi di comode navette che raggiungono la stazione marittima.

Come arrivare al porto di Civitavecchia in autobus

Gli autobus Argo partono dal piazzale antistante alla stazione ogni 20 minuti circa e impiegano meno di 10 minuti per arrivare a destinazione. Il biglietto costa circa 2 euro (bagagli inclusi) e può essere acquistato all’edicola e al bar della stazione.

Come arrivare al porto di Civitavecchia in aereo

Se scegli di viaggiare in aereo, il porto di Civitavecchia è ben collegato agli aeroporti internazionali di Ciampino e Fiumicino: una volta arrivati all’aeroporto, devi raggiungere la stazione ferroviaria di Roma Termini e da lì proseguire in treno fino al porto.

Indirizzo del porto di Civitavecchia

L’indirizzo del porto di Civitavecchia è Molo Vespucci, 00053 Civitavecchia (RM).

Parcheggi per le auto

Il porto di Civitavecchia offre tre parcheggi a pagamento:

  • Il Bramante: si trova nel porto storico ed è aperto dalle 06:00 alle 21:00.
  • Il Cruise: parcheggio dedicato unicamente ai turisti, si trova nella zona commerciale ed è aperto dalle 6:00 alle 21:00.
  • Il Nord: si trova nei pressi del varco nord del porto, è dedicato unicamente a coloro che devono prendere il traghetto ed è aperto tutto il giorno.

Servizi del porto

All’interno dello scalo troverai anche un comodo servizio di navette con una frequenza di 15 minuti. Questi mezzi, il cui utilizzo è completamente gratuito, consentono di raggiungere agevolmente le banchine.

Per lasciare i bagagli, i principali depositi si trovano vicino Largo della Pace, vicino Varco Fortezza e dentro la stazione di Civitavecchia. Sempre in Largo della Pace e anche al Varco Vespucci, inoltre, si trovano due infopoint, dove troverai tutte le informazioni che ti occorrono sul porto.

La storia del porto

Nato per volontà dell’Imperatore Traiano nel 108 d.C., il porto di Civitavecchia, fin dai tempi antichi, è conosciuto come porto di Roma, rappresentando il punto di snodo per gli scambi tra i popoli del “Mare Nostrum”. Il porto e la città si svilupparono insieme perché l’intenzione dell’imperatore era garantire a Roma delle attività portuali aggiuntive a quelle che lui stesso aveva creato ampliando la foce del Tevere.

Le tratte attive dal porto