Iglesias, l’antica cittadina nel Sud Sardegna

Situato nell’angolo sud-occidentale della Sardegna, si trova un borgo dal nome spagnoleggiante che ha una lunga storia da raccontare. Iglesias (in spagnolo “chiese”), distante circa 60 chilometri dal porto di Cagliari, da cui è facilmente raggiungibile sia in auto che in treno, è celebre per il suo mare, considerato tra i più belli dell’intera isola. Spiagge, paesaggi naturali e attrazioni culturali fanno di Iglesias uno dei luoghi della Sardegna da visitare assolutamente.

Sardegna meridionale: l’antico fascino di Iglesias:

Cosa vedere a Iglesias

Il legame di Iglesias con la Spagna è ben visibile durante la Settimana Santa, dove gli echi dalla dominazione aragonese riecheggiano nelle celebrazioni in programma durante tutta la settimana. Tra queste, spiccano sicuramente le processioni dei Misteri, celebrate il martedì e il venerdì santo. Tuttavia, la storia di Iglesias ha un’origine assai più antica testimoniata dai numerosi siti archeologici nuragici e prenuragici che costellano la zona. Sfruttata sin da epoca romana per le sue miniere, successivamente dai pisani e nel Novecento da importanti aziende internazionali, Iglesias si trova al centro del parco archeologico industriale dell’Iglesiente che ha ottenuto il prestigioso riconoscimento di patrimonio dell’Umanità da parte dell’Unesco. Se vi trovate ad Iglesias sono diversi i luoghi di interesse storico-culturale da non perdere, come la cattedrale di santa Chiara, edificata in pietra sedimentaria tra il 1285 e il 1288 e ampliata in stile gotico nel Cinquecento, la chiesa di San Francesco, esempio di architettura gotico-catalana tra le più intatte di Sardegna, al cui interno è possibile ammirare un retablo del 1540 e i resti della chiesa tardo-bizantina di San Salvatore, uno dei pochi esempi di edifici cruciformi bizantini del IX-XI secolo. Da non perdere anche il museo dell’Arte Mineraria che si trova all’interno dell’Istituto Asproni, palazzo in stile liberty, e il museo delle Macchine che espone le macchine utilizzate per l’estrazione mineraria.

Cosa fare a Iglesias e dintorni

Iglesias è una cittadina situata nell’entroterra a meno di 15 chilometri dalla costa, raggiungibile in auto in meno di venti minuti. Giunti qui, troverete ad attendervi paesaggi incredibili. La spiaggia più vicina al centro di Iglesias è Porto Paglia, arenile di sabbia dorata delimitato da una rigogliosa pineta. Da questa spiaggia potrete ammirare il monumento naturale più maestoso della zona: Pan di zucchero. Altro paesaggio particolarmente suggestivo da vedere è il Canal Grande di Nebida, spiaggia di finissima sabbia e ciottoli, situata al termine di un’insenatura a cui lati si inerpicano possenti mura rocciose su cui si aprono varie grotte. Questa zona può essere raggiunta solo via mare o tramite un sentiero di trekking lungo ma semplice che parte da Masua, una frazione di Iglesias. Restando in tema trekking, da Iglesias parte anche il cammino di Santa Barbara: un percorso di oltre 400 chilometri, suddiviso in suddiviso in 24 tappe, percorribile a piedi e in mountain bike che attraversa la regione del Sulcis-Iglesiente tra mare, monti e archeologia.

Photo credits:
Photo di Sailko da Wikimedia

Articoli correlati

10 Giugno 2024

Posti da Visitare

La costa sud-ovest della Sardegna: Viaggio alla scoperta di Galleria Henry

30 Maggio 2024

Posti da Visitare

Le più belle spiagge della costa est della Sardegna

9 Maggio 2024

Posti da Visitare

Viaggio ad Atzara, borgo incantevole dell’entroterra sardo

Viaggia in Sardegna con TraghettiPer, prenota online il traghetto e risparmia

Metodi di pagamento
Certificazioni