Cosa fare, vedere e assaggiare a Nuoro

Definita l’Atene sarda, Nuoro è una città ricca di cultura e di storia, dove antiche tradizioni secolari si tramandano di generazione in generazione e fanno ancora parte della quotidianità dei suoi abitanti. Amatissima da poeti e scrittori durante l’Ottocento, passeggiare nel suo centro storico ti regalerà momenti di puro relax e spensieratezza, alla scoperta di incantevoli luoghi e suggestivi paesaggi. Facilmente raggiungibile dal porto di Arbatax, Nuoro è la meta ideale per quanti sono alla ricerca di autenticità e di bellezza.
Nuoro: cosa fare, vedere e assaggiare:

Cosa vedere a Nuoro

Abitata sin dall’antichità, Nuoro è una città ricca di luoghi che ne raccontano la storia: dal Museo SpeleoArcheologico a quello Etnografico, dal Museo d’arte Man alla casa- museo di Grazia Deledda. Tra i luoghi da visitare ci sono la cattedrale di Nuoro, a pochi passi da corso Garibaldi, la chiesa dedicata alla Madonna della Neve, protettrice della città e piazza Sebastiano Sarra, dove è possibile ammirare le sculture di Costantino Nivola. Passeggiando lungo corso Garibaldi, troverete varie botteghe artigiane specializzate nell’arte tessile, orafa e di intaglio del legno. Da non perdere i Seminari e il Festival Jazz di Nuoro che si svolgono a fine agosto, periodo in cui ha luogo anche la festa del Cristo Redentore, la caratteristica processione in costumi tradizionali sardi che attraversa tutta Nuoro giungendo alla vetta del Monte Ortobene.

Cosa fare a nei dintorni di Nuoro

Per gli amanti del mare, nei dintorni di Nuoro si trovano le bellissime spiagge del Golfo di Orosei, tra cui Cala Luna e le Piscine di Venere mentre a 20 chilometri di distanza si trova il borgo di Ogosolo, famoso per i suoi murales e i percorsi di trekking. Nel territorio di Nuoro sono presenti molti siti di interesse storico come il nuraghe Tanca Manna e varie domus de janas. Tra i luoghi di interesse naturale, invece, fai una visita alla cascata Su Gologone e al canyon Su Gorroppu, il più profondo d’Europa. A Ispingoli si trova una delle più belle meraviglie sotterranee dell’isola: una grotta con al centro una colonna calcarea che raggiunge quasi i 40 metri di altezza. Nel nuorese c’è anche spazio per il turismo spirituale: il cammino di san Giorgio Vescovo che parte da Cagliari e attraversa l’area del Supramonte, ti permetterà di rivivere l’attività di evangelizzazione svolta dal Santo.

Cosa assaggiare a Nuoro

Nuoro è considerata la patria dei Culurgiones, ma se sei in questa incantevole città, non perdere altre specialità come il pane frattau, pane carasau immerso in acqua bollente e disposto a strati conditi con sugo di pomodoro e pecorino, con sopra uova in camicia; il porcetto allo spiedo e i vari arrosti di vitello, agnello e capretto; la pecora bollita con patate, cipolle, pomodoro e altre verdure e servita con pane carasau; la cordedda, treccia fatta con le budella dell’agnello o del capretto ben pulite, cotta allo spiedo oppure in tegame con i piselli; su tataliu, una treccia più grossa con pezzi di coratella, arrostita allo spiedo. Tra i dolci, tipico è sa sebada, un disco di pasta sottile che racchiude un ripieno di formaggio fresco aromatizzato al limone, fritto e ricoperto di miele o zucchero.

Photo credits:
Foto di Sailko da Wikimedia

Articoli correlati

10 Giugno 2024

Posti da Visitare

La costa sud-ovest della Sardegna: Viaggio alla scoperta di Galleria Henry

30 Maggio 2024

Posti da Visitare

Le più belle spiagge della costa est della Sardegna

9 Maggio 2024

Posti da Visitare

Viaggio ad Atzara, borgo incantevole dell’entroterra sardo

Viaggia in Sardegna con TraghettiPer, prenota online il traghetto e risparmia

Metodi di pagamento
Certificazioni