Porto di Napoli - Partenze per la Sardegna

Le origini della città e del porto di Napoli risalgono sicuramente al periodo del dominio greco, quando nel IX secolo a.C. dei navigatori provenienti da Rodi vi sbarcarono e fondarono una colonia greca a Pizzofalcone. 


Da porto d’importanza militare Napoli, con il passare degli anni, si espanse al traffico marittimo, diventando sempre più importante.
 Nel periodo del dominio normanno il porto di Napoli acquistò sempre più importanza, tanto da essere l’unica città marinara italiana a partecipare alla Lega della Compagnia.
 Con il dominio degli Angioini il porto si ingrandì sempre di più, furono costruiti nuovi edifici e diventò una delle più popolate d’Europa.
 Sotto il dominio dei Borboni diventò uno dei porti più forti ed organizzati di tutta Europa ma nel 1861 inziò il suo declino, infatti successivamente all’Unità d’Italia i traffici diminuirono notevolmente.


Grazie all’impegno e alla volontà di F. S. Nitti e dell’Ammiraglio A. Witting dal '900 riniziò la rinascita del porto di Napoli. 
Durante il fascismo fu sfruttato come collegamento con le colonie e fu dotato di infrastrutture ed edifici nuovi, come per esempio la stazione marittima costruita nel 1932.
 Dopo la seconda guerra mondiale dal porto di Napoli fu il punto di partenza per tutti quegli italiani che andavano a cercare fortuna in America.


Attualmente è uno dei più conosciuti d’Europa, il traffico passeggeri si svolge al Molo Angioino, dove attraccano le navi da crociera e dove si trova la stazione marittima ed il Molo Beverello dove arrivano i traghetti e gli aliscafi. 
Il porto di Napoli è collegatola porto di Cagliari con i traghetti per la Sardegna della Tirrenia.

Consulta gli orari e i prezzi di tutti i traghetti Napoli - Sardegna.

Sei qui: Home Napoli

Compagnia di navigazione Moby

Compagnia di navigazione Sardinia Ferries

Compagnia di navigazione Tirrenia

Compagnia di navigazione Grandi Navi Veloci

Compagnia di navigazione Grimaldi Lines