Cosa vedere durante una vacanza a Tortolì: tra storia e natura

Tortolì cosa vedereVi trovate sulla costa dell’Ogliastra, una delle regioni più belle della Sardegna. È qui che sorge Tortolì, rinomata meta turistica. E questa sarà anche la destinazione della vostra prossima vacanza. Ma sapete quali sono le cose più importanti da vedere?

Area ex batteria – Comprende l’intero promontorio di Arbatax. Con il nome di “batteria” veniva indicato un posto strategico militare: ancora oggi sopravvivo i tredici edifici che ospitavano i soldati addetti alla batteria contraerea.

Lo stagno di Tortolì – Occupa una superficie di 220 ettari circa ed è tra i più pescosi dell’intera Sardegna. Caratteristica che ha reso possibile lo sviluppo di una proficua pesca commerciale: specialmente lungo la costa sud della distesa d’acqua sono sopravvissuti diversi edifici e costruzioni.

Arbatax – Sarebbe la frazione costiera del Comune di Tortolì. Arbatax è come se fosse un piccolo centro abitato a sé stante, dove le cose da vedere sono le Rocce rosse, il porticciolo turistico e la torre di San Gemiliano.

Chiesa di Sant’Andrea Apostolo – In stile classicheggiante, è il principale luogo di culto di Tortolì. Sorge nel centro della cittadina, in piazza Cattedrale.

Chiesa di Sant’Anna – Anche questa chiesa si trova in piazza della Cattedrale, è centralissima e facile da raggiungere. La facciata è molto semplice, il tetto è a botte, un’iscrizione ricorda che fu costruita nel 1881.

Chiesa di Sant’Antonio Abate – Un edificio religioso, ancora consacrato anche se di proprietà privata, risalente al XII secolo. Qui in antichità si riuniva la Corona de Logu del Giudicato di Agugliastra.

Area archeologica attrezzata S’Ortali ‘e su Monti – Si trova a sudest di Tortolì. È un’area grande circa sette ettari, recintata da un muretto, dove si trovano un nuraghe complesso, una tomba dei giganti, due menhir, un villaggio di capanne circolari, una domus de janas, un secondo nuraghe.

Faro di Bellavista – Uno dei più importanti della Sardegna. Attivato nel 1866, sorge sull’omonimo promontorio Bellavista, a poca distanza dal porto di Arbatax.

Torre di San Miguel – Anche questa si trova sul lungomare di Arbatax. Restaurata di recente, è destinata a diventare il Museo del mare di Tortolì.

Spiagge – Non potevano mancare, dal momento che questa vacanza è sulla costa est della Sardegna. Luogo strategico per poter vedere alcune delle spiagge più belle dell’Ogliastra, come cala Goloritzé, cala Luna, cala Sisine.

Queste sono le cose più importanti da vedere a Tortolì. Per scoprire anche le altre non resta che una cosa da fare: prenotare la propria vacanza.

 

Fonte immagine: Flickr.com/photos/lamerentertainment

Articoli correlati