I papassini: uno dei più tipici dolci pasquali della Sardegna

Sardegna dolci pasquali: papassini

Vengono anche chiamati pabassinas, pabassinos e papassinos a seconda della regione della Sardegna dove vi trovate. Tradizionalmente, si preparano in occasione di Ognissanti. Ma sono immancabili anche durante un’altra delle feste più sentite della Sardegna, ovvero la Pasqua. E durante le vostre vacanze di Pasqua in Sardegna, i papassini li dovete assolutamente assaggiare.

Tipici dolci pasquali della Sardegna, sono dei piccoli dolcetti preparati con pasta frolla e uva passa come ingredienti principali. Ai quali si aggiungono scorza di limone (o arancia) grattugiata e miele. I papassini sono cotti al forno: oltre a essere gustosi, la cottura al forno li rende molto leggeri (per essere dei dolci, si intende).

Una curiosità: il nome papassini deriva da papassa o pabassa. In lingua sarda, con questa parola si indica l’uva sultanina. Come per altre tradizioni pasquali della Sardegna, i papassini hanno diverse varianti in base alla zona specifica della Sardegna. Ma, per quanto la ricetta possa essere diversa, ci sarà sempre una costante: l’uva passa, per l’appunto.

In linea di massima:

  • nella parte settentrionale della Sardegna, nei papassini non mancano mai la cannella o la vaniglia
  • nella parte meridionale dell’isola, i papassini vengono insaporiti con scorze di limone e di arancio insieme a semi di finocchio selvatico: roba per veri intenditori

 

Fonte immagine: Flickr.com/photos/vincenzoc

Articoli correlati