Cosa vedere a Olbia: 8 tappe per visitare questa città della Gallura

Olbia cosa vedere

Storia, arte, cultura, natura, relax: qual è il vostro ideale di vacanza? Al di là di quali siano le vostre intenzioni, c’è una meta che sarà in grado di accontentare tutti i vostri gusti. Basterà soltanto prenotare un traghetto, e soprattutto sapere cosa vedere a Olbia. Che, non a caso, è considerata una delle città più belle della Sardegna.

 

1. Centro storico

Nel centro storico si possono ammirare alcuni degli aspetti più caratteristici della città:

  • Le strade ortogonali che conservano ancora l’impianto romano;
  • Il tracciato delle antiche mura medievali;
  • La chiesa parrocchiale di San Paolo Apostolo;
  • Le mura puniche;
  • La basilica di San Simplicio.

 

2. Museo archeologico comunale

Una struttura moderna, polivalente, pensata per ospitare l’archeologia olbiese dal Neolitico all’Età Giudicale, con l’aggiunta di 24 relitti di navi romane e medievali. La costruzione sorge sull’isolotto di Peddone.

 

3. Nuraghi

Nella zona di Olbia sono stati rinvenuti circa cinquanta insediamenti nuragici. Di questi, i più importanti sono sicuramente due:

  • Il pozzo sacro di Sa Testa, che si trova all’interno di un complesso realizzato in granito;
  • La fortezza nuragica di Riu Mulinu, costruita sulla sommità di una piccola collina.

 

4. Tomba dei giganti

È Su Monte de s’Ape, altra importante testimonianza della civiltà nuragica, una costruzione funeraria a pianta squadrata che fu realizzata con imponenti blocchi di granito e con la caratteristica facciata a esedra.

 

5. Parco Fausto Noce

Detto in poche parole, questo è il vero polmone verde della città. Posto esattamente al centro di Olbia, il Parco Fausto Noce si estende per diciotto ettari dove potersi concedere un po’ di riposo all’ombra, fare delle passeggiate o ancora praticare attività sportive.

 

6. Acquedotto romano

Olbia è stata un importante centro durante il periodo romano. Ne è testimonianza (tra le altre) l’acquedotto romano, i cui resti sono ancora visitabili e si trovano a Sa Rughittula. Si tratta di uno dei due monumenti d’età romana visitabili nella Sardegna nord-orientale (l’altro è la fattoria romana in località S’Imbalconadu).

 

7. Castello di Pedres

Eretto nel XVIII secolo per volere dei Visconti, si trova vicino a Su Monte de s’Ape, e oggi ne rimangono solo le rovine oltre alla caratteristica torre.

 

8. Spiagge

Infine, se si parla di cosa vedere a Olbia, bisogna doverosamente citare le sue spiagge: Pittulongu, Porto Istana, Marinella, Bados, Sa rena bianca, punta Corallina e punta Volpe, giusto per citarne alcune, sono posti semplicemente imperdibili, specialmente se la vacanza è in estate.

 

Fonte immagine: Di G Da, CC BY-SA 3.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=56485039

Articoli correlati