Monumenti aperti Olbia 2014: viaggio nella cultura della Sardegna

Monumenti aperti Olbia 2014Quest’anno si terrà il 31 maggio e il 1 giugno. Due giorni interamente dedicati alla cultura, alla storia, all’arte. Così il visitatore potrà compiere una sorta di viaggio nel tempo, immergendosi nel passato di questa zona della Sardegna. Partecipando all’edizione 2014 della manifestazione Monumenti aperti a Olbia.

Olbia è una città molto viva che ogni anno attrae magliai di turisti. Visitatori che la scelgono per le sue spiagge, tra le più belle della Sardegna. E anche per la sua vita notturna. In altre parole si tratta di un luogo che può garantire moda, shopping, divertimento, ideale per una vacanza.

Ma Olbia è anche una città dalla grande storia e della profonda cultura. Storia e cultura che hanno lasciato diverse testimonianze sul suo territorio. Alcuni esempi possono essere la tomba dei giganti di Su Monte de s’Ape, o ancora i nuraghi. Senza dimenticare che Olbia è stata anche città punica, romana, bizantina, aragonese, sabauda.

Dal punto di vista storico e archeologico sono diversi i siti interessanti, gli edifici ottocenteschi e le chiese monumentali (come dimostra anche questo piccolo itinerario con cosa vedere a Olbia). Da visitare inoltre ci sarebbe anche il museo archeologico, situato sull’isolotto di Peddone. E ancora la basilica di San Simplicio, il castello di Pedres, i resti dell’acquedotto romano, il foro romano nel centro di Olbia.

Monumenti aperti a Olbia è l’occasione giusta per ammirare tante preziose testimonianze. I monumenti saranno visitabili nei due giorni della manifestazione, dalle 9:00 alle 13:00 e dalle 16:00 alle 20:00. Per visitare i siti archeologici è consigliabile munirsi di scarpe e vestiti comodi. Le visite alle chiese vengono sospese durante le funzioni religiose.

Per maggiori informazioni sull’edizione 2014 della manifestazione Monumenti aperti Olbia (orari, informazioni dettagliate, elenco dei monumenti visitabili) si può consultare il sito ufficiale Monumentiaperti.com. Mentre per vivere questo evento non bisogna fare altro che prenotare in tempo il proprio viaggio in traghetto e partire alla volta della Sardegna.

 

Fonte immagine: it.wikipedia.org

Articoli correlati