Le 5 leggende più belle della Sardegna: tra fate, mori e diavoli

leggende della Sardegna

La Sardegna è una terra antica e ricca di fascino. Un luogo del genere è terreno fertile per miti e leggende. Come queste 5, tra le più belle e significative che potrete mai ascoltare sull’isola.

 

1. Domus de janas

Le domus de janas sono delle antichissime tombe scavate nella roccia, tipiche della Sardegna prenuragica. Sorgono, di solito, in zone brulle e isolate. Il nome significa “casa della fate”: secondo la leggenda, qui abitavano dei piccoli esseri protagonisti di tante storie molto diffuse in tutta la Sardegna.

 

2. La Sardegna è Atlantide?

Più che una leggenda, si tratta di un’affascinante teoria che da qualche anno non manca di far volare con la fantasia. Il giornalista Sergio Frau (nel suo libro Le colonne d’Ercole. Un’inchiesta) ha avanzato l’ipotesi che le colonne d’Ercole, in realtà, sarebbero nel canale di Sicilia. E “l’isola oltre le colonne d’Ercole”, di conseguenza, diventerebbe la Sardegna.

 

3. Non chiamatelo Halloween

Gli abitanti dell’isola non hanno dubbi: l’origine di Halloween è in Sardegna. Che qui assume nomi diversi: Su Mortu Mortu a nord, Is Animeddas a sud. Secondo questa leggenda, i defunti fanno visita ai loro parenti vivi nella notte tra il 31 ottobre e il 1 novembre. La tradizione richiede di lasciare sulla tavola una cena a base di maccheroni fatti in casa, vino e acqua per dare ristoro ai propri defunti.

 

4. La Sella del Diavolo

La sua peculiare forma, vista da lontano, ricorda nettamente quella di una sella. L’immaginazione popolare ci ha ricamato sopra e ha conferito a quel promontorio il nome di Sella del Diavolo.

  • Secondo una prima versione della leggenda, Lucifero fu disarcionato dall’Arcangelo Gabriele durante una feroce battaglia nei cieli di Cagliari: la sella di Lucifero cadde al suolo e, calcificandosi, divenne la Sella del Diavolo.
  • Secondo un’altra versione, il promontorio già esisteva al momento della battaglia: quando Lucifero fu disarcionato dalla sua cavalcatura, cadde sulla Sella del Diavolo e gli diede la sua forma attuale.

 

5. La bandiera dei quattro mori

Anche l’origine della bandiera della Sardegna, il famoso vessillo dei quattro mori, è circondata da diverse leggende. Come queste due:

  • In base a una prima versione, la bandiera dei quattro mori sarebbe nata come celebrazione della vittoria di Alcoraz sui Mori. Secondo la leggenda, la vittoria sarebbe stata ottenuta grazie all’aiuto di San Giorgio, il cui stendardo è una croce rossa su campo bianco.
  • Un’altra versione della storia vuole che la bandiera sia il gonfalone dato da papa Benedetto VIII ai Pisani in aiuto dei sardi contro i saraceni di Musetto.

 

Fonte immagine: “Lotzorai domus de janas 4” di Mauro Mereu – Opera propria. Con licenza CC BY-SA 2.5 tramite Wikimedia Commons

Articoli correlati