Un itinerario per visitare il quartiere Stampace di Cagliari

Cagliari quartiere StampaceQuando si parla dei quartieri storici di Cagliari, quello di Stampace non può mai mancare. Un insieme di zone archeologiche, chiese, musei, ville. Da visitare in tutta la sua bellezza seguendo i suggerimenti di questo itinerario a tappe:

Anfiteatro Romano – Anfiteatro datato tra il I e il II secolo d.C. Si trova adagiato sulle pendici meridionali del colle di Buoncammino.

Museo del Beato Nicola da Gesturi – Oggetti appartenenti a fra Nicola da Gesturi, manufatti dell’artigianato africano e una considerevole collezione di bambole antiche rappresentano le tre sezioni del museo.

Orto Botanico – Cinque ettari di estensione per un orto che ospita circa 2mila specie vegetali, molte delle quali tipiche del Mediterraneo.

Villa di Tigellio – Villa aristocratica che rappresenta l’estensione, nella parte occidentale della città, dell’antico insediamento romano: si tratta di uno dei siti archeologici più importanti della Sardegna.

Chiesa di San Michele – Una chiesa gesuitica, annessa alla quale si trova l’ex Casa del noviziato dei gesuiti.

Chiesa di Santa Restituta – Sopra l’ipogeo conosciuto come cripta di Santa Restituita sorge questa chiesa a navata unica.

Chiesa di Sant’Efisio – Datata intorno al 430 d.C., fu edificata sopra una grotta che la tradizione identifica come il luogo dove Sant’Efisio fu imprigionato prima del martirio.

Chiesa di Sant’Anna – Forse uno dei luoghi più simbolici dell’intero quartiere: la facciata della chiesa, in stile barocchetto piemontese, è preceduta da un’ampia scalinata.

Chiesa di Santa Chiara – La visita al quartiere Stampace di Cagliari termina con la chiesa di Santa Chiara, edificio monumentale posto nell’omonima Salita di Santa Chiara.

 

Fonte immagine: Flickr.com/photos/fcaboni

Articoli correlati