Vacanza per diver: le più belle immersioni da fare a Tavolara e dintorni

immersioni Tavolara

Siete degli appassionati di diving, non perdete mai occasioni per prendere tutta l’attrezzatura e partire alla scoperta di un nuovo mare. Stavolta, la scelta è caduta sul mare della Gallura, in Sardegna. E quindi volete sapere quali sono le migliori immersioni da fare a Tavolara e nei suoi dintorni.

Eccole:

 

Le immersioni più belle

  • Secca del papa. Si comincia con quella che potrebbe essere considerata come la più famosa delle immersioni da fare a Tavolara. Un canale sabbioso divide la secca in due parti. Le caratteristiche che rendono questa immersione unica sono la straordinaria presenza di coralli e una coloratissima vita sottomarina.
  • Relitto del Thalassa. Come quasi tutte le immersioni in relitto, anche per questa bisogna essere dei diver esperti. Il Thalassa, diviso in due tronconi, si trova a 45 metri di profondità nel golfo adagiato su un fondale di sabbia.
  • Punta Filasca. Ancora un’immersione alquanto impegnativa: fondale sabbioso, ricco di vita, con profondità diverse e diversi passaggi tra le rocce. Sicuramente spettacolare ma fate attenzione.
  • Cala Corsi. Franate, anfratti e buchi formano questa immersione, e qui è anche facile imbattersi in rane pescatrici.
  • I canyon. Immersione all’inizio molto semplice ma che gradualmente porterà il diver a immergersi in un canyon posto a circa trenta metri di profondità, con formazioni di corallo dalla particolare forma a fungo.
  • Frana dei mufloni. Come suggerisce il nome, è stata una frana a far cadere in acqua e depositare sul fondale, a circa 18 metri di profondità, gli enormi massi che costituiscono questa immersione. Inoltre, a cinque metri di profondità è anche possibile raggiungere una piccola caverna.
  • La volta. Una grande spaccata orizzontale che si apre nella roccia, a circa 36 metri di profondità.
  • Frana del faro. Ancora un punto creato da una frana, immersione molto semplice e anche divertente.
  • Cala Greca. Immersione consigliata soprattutto per coloro che vogliono conoscere la fauna sottomarina del luogo.
  • Sa Mama Chiatta. Il diver raggiungerà una profondità di circa trenta metri per poi addentrarsi in una volta dove sono presenti aragoste e parazoanthus.
  • Grotta del Satana. Nome quantomeno suggestivo per un’immersione che comincia su un pianoro a cinque metri di profondità e poi si scende lungo una franata fino ai diciotto metri. Con massi pieni di buchi dove vivono polpi e cernie.
  • Il Portone. Il nome di questa immersione deriva dal caratteristico “ingresso” che porterà il diver fino alla dromia, una “stanza” a 18 metri di profondità.
  • Punta Verricello. Il diver si troverà di fronte a due spettacoli molto diversi ma entrambi da apprezzare: una franata di grossi massi adagiati alla parete e il verricello di un peschereccio affondato.
  • Bisgrottino. Una grotta con più uscite, immersione ad appannaggio dei diver più esperti.
  • Mamuthone. Il nome deriva dalla forma del promontorio che richiama quello di una tipica maschera del Carnevale di Mamoiada, i Mamuthones. La parte più bella dell’immersione è quella compresa tra i quindici e i trenta metri di profondità.
  • Il Sifone. Grotta cilindrica il cui ingresso si trova a circa venti metri di profondità.

 

Come arrivare

Per arrivare a Tavolara, come prima cosa dovete raggiungere una di questa tre località: Porto San Paolo, Olbia e Golfo Aranci. Da questi tre porti, infatti, ogni giorno partono diversi traghetti che portano i visitatori verso Tavolara. In alternativa, potete noleggiare un gommone o una barca.

 

Dive center

Se siete dei diver esperti o già conoscete la zona molto bene, potete anche muovervi in autonomia per raggiungere i vari punti di immersione. Se invece vi sentite poco confidenti o siete dei beginner, allora vi consigliamo di rivolgervi a uno dei tanti dive center che si trovano a Olbia e Golfo Aranci: istruttori di diving vi guideranno passo passo verso la vostra primissima immersione in questa zona.

 

Non solo diving

È stata la vostra passione per le immersioni a farvi scegliere Tavolara ma non dimenticate che la Sardegna nordest offre tante altre cose da fare e da vedere che renderanno questa vacanza davvero speciale: tra le numerose attrazioni di Olbia, il divertimento della Costa Smeralda, le splendida spiagge di Santa Teresa Gallura e le incantevoli isole della Maddalena e di Caprera, avrete soltanto l’imbarazzo della scelta.

 

Ora che conoscete le migliori immersioni all’isola di Tavolara potete creare il vostro personale itinerario. Considerando che, avendo il giusto tempo a disposizione, potete anche vederle tutte. Quindi, adesso non dovete fare altro che prenotare il vostro viaggio in traghetto.

 

Fonte immagine: Flickr.com/photos/110238430@N03

Articoli correlati