I 6 eventi tradizionali più importanti della Sardegna: momenti di folclore e devozione

feste tradizionali in Sardegna

Ci sono tanti modi per scoprire la Sardegna, dalle spiagge ai vini, dai posti più belli alle specialità culinarie. Ma se vi piacerebbe immergervi nell’atmosfera più autentica di questa grande isola, allora dovete assistere a uno dei sei più importanti eventi tradizionali della Sardegna. Questi:

  1. Carnevale di Mamoiada. La vera anima del Carnevale di Mamoiada è rappresentata dalle due sfilate di Mamuthones (maschera dai lineamenti rozzi, pellicce nere, campanacci appesi alla schiena e al petto) e Issohadores (vestiti con maschera e pantaloni bianchi, corpetto rosso e sa berritta). Di solito, le sfilate si tengono la domenica e il martedì di Carnevale.
  2. Sa Sartiglia. A Oristano, Sa Sartiglia è una giostra alla quale partecipano cavalieri in abiti d’epoca. La Corsa della stella e le Pariglie, organizzate dal Gremio dei contadini e dal Gremio dei calzolai, si tengono, come impone la tradizione, la domenica e il martedì di Carnevale. Anche se la festa comincia già dal giorno della Candelora.
  3. Sant’Efisio. È il momento dell’anno durante il quale la devozione degli abitanti di Cagliari raggiunge il suo apice. La processione parte il 1 maggio dal capoluogo sardo. E nel capoluogo sardo rientra il 4, dopo aver toccato e rievocato le diverse tappe del martirio di Sant’Efisio: Sarroch, villa San Pietro, Pula, Nora, Giorgino.
  4. San Simplicio. Il santo patrono di Olbia si festeggia dal 13 al 18 maggio. Il giorno più importante è il 15 maggio, quando si tiene la processione in onore di San Simplicio accompagnata da gruppi provenienti da ogni parte della Sardegna.
  5. Cavalcata sarda. Si svolge a Sassari la penultima domenica di maggio. Consiste nella sfilata a piedi, a cavallo o sulle traccas (caratteristici carri addobbati con fiori e oggetti della quotidianità) di gruppi provenienti da ogni parte della Sardegna. Di pomeriggio, all’ippodromo cittadino, cavalli e cavalieri si esibiscono in pariglie e figure acrobatiche.
  6. Faradda di li candareri. L’evento religioso più atteso dagli abitanti della città di Sassari si tiene il 14 agosto. Nel giorno della Faradda, i gremi (corporazioni di arti e mestieri) di Sassari portano dei pesanti ceri votivi in giro per la città, percorrendo corso Vittorio Emanuele fino ad arrivare alla chiesa di Santa Maria di Betlem.

 

Fonte immagine: Flickr.com/photos/102612035@N04

Articoli correlati