Feste del Primo maggio 2015 in Sardegna: Cagliari e Lula

feste del Primo maggio 2015 in SardegnaLe tradizioni della Sardegna sono antiche, molto antiche. Alcune si sono conservate fino ai giorni nostri, in rituali rimasti invariati da secoli. Come due delle più importanti feste del Primo maggio in Sardegna: Sant’Efisio a Cagliari e San Francesco a Lula. Eventi che si ripeteranno anche nel 2015

 

Festa di Sant’Efisio

È uno dei momenti religiosi più sentiti dagli abitanti di Cagliari. Una festa che affonda le sue radici in un lontano passato, quando la Sardegna e Cagliari in particolare erano falcidiate dalla peste. I cittadini e le istituzioni di Cagliari fecero un voto a Sant’Efisio: se avesse debellato la peste, la città gli avrebbe tributato una processione in suo onore ogni Primo maggio.

Così fu. La festa di Sant’Efisio si ripete ogni anno dal 1657, seguendo sempre lo stesso rituale. La processione parte il Primo maggio da Cagliari, porta la statua del Santo a Nora (dove Efisio fu martirizzato) e rientra a Cagliari esattamente dopo quattro giorni. Partecipano gruppi provenienti da tutta la Sardegna, con i costumi tradizionali.

 

San Francesco di Lula

A Lula, in provincia di Nuoro. Nel santuario dedicato a San Francesco si svolge una delle feste campestri più caratteristiche dell’intera Sardegna, sagra che avrà luogo anche nel 2015. Su filindeu (minestra cotta nel brodo di pecora e condita con formaggio) e su zurrette (un sanguinaccio) vengono offerti ai fedeli che hanno partecipato alla Novena.

Inoltre durante la festa si svolgono vari rituali, come sa bertula, sa pesada e infine s’arbore (grande pranzo all’aperto a cui partecipa, simbolicamente, una statua del Santo).

 

Queste sono le due principali feste del Primo maggio in Sardegna. Ma non certo le sole: ogni Paese e ogni città ha le sue tradizioni e il suo modo di festeggiare questa giornata.

 

Fonte immagine: Flickr.com/photos/80881416@N00

Articoli correlati