Ottocento anni di storia della Sardegna: il castello di Pedres

castello di PedresNei dintorni di Olbia sorge un antico castello. Una costruzione che da circa ottocento anni è testimone delle diverse vicende storiche che si sono succedute in questa parte della Sardegna. Oggi il castello di Pedres è ancora lì, ed è meta ogni anno di decine di visitatori.

 

La storia

La costruzione del castello di Pedres risale al Medioevo, al Duecento circa, durante il periodo visconteo del giudicato di Gallura. Per realizzarlo fu utilizzata la pietra locale. La fortezza aveva funzione militare: serviva a difendere Civita e i confini con il giudicato di Torres.

Dopo essere stato affidato ai frati ospedalieri di San Giovanni di Gerusalemme, nel XIV secolo il castello fu occupato dagli aragonesi e quindi dal giudicato di Arborea. Fu definitivamente abbandonato nel XV secolo, quando decadde anche Civita.

 

Come si presenta oggi

Originariamente il castello di Pedres era composto da quattro torri, due piazzali (uno superiore e uno inferiore) e una cinta muraria poligonale. L’accesso alla torre, posto a sei metri d’altezza, era possibile tramite scalette di legno retrattili.

In seguito al definitivo abbandono avvenuto nel XV secolo il castello ha subito diversi danni dovuti principalmente all’incuria e, in misura minore, ai bombardamenti durante la seconda guerra mondiale. Oggi sono ancora visitabili due stanze, una cisterna e il mastio diroccato, tutti nel piazzale superiore.

 

Come raggiungerlo

Da Olbia, per raggiungere il castello di Pedres il percorso è questo:

  • prendere la strada per Loiri;
  • al km 3,3 svoltare a destra e prendere una strada sterrata;
  • dopo 2 km si raggiunge il parcheggio che sta alla base del castello;
  • seguire il tracciato pedonale che porta fino al castello.

 

Fonte immagine: Flickr.com/photos/terzocchio

Articoli correlati