Cala Brandinchi: scoprire una delle più belle spiagge bianche della Sardegna

cala Brandinchi

Per la prossima estate, il vostro desiderio è semplice: sdraiarvi beatamente su splendide spiagge bianche come soltanto la Sardegna sa offrirvi. Un desiderio tutt’altro che difficile da realizzare. Al riguardo, fatevi dare un buon consiglio: lungo la costa nordoccidentale dell’isola, cala Brandinchi non dovrete davvero lasciarvela scappare.

 

La spiaggia

Cala Brandinchi vi resterà subito impressa, al primo sguardo. Perché sarete, letteralmente, abbagliati dal candore della sua fine sabbia. A fare da contrappunto, c’è un mare di un intenso colore turchese, come difficilmente vi capiterà di vederne. Del resto, se il suo soprannome è Tahiti, e se è una delle spiagge più rinomate di Budoni, ci dovrà pur essere un buon motivo. Motivo già immortalato nella foto che potete vedere in alto.

 

Giardini e altro

La spiaggia si trova in una piccola baia circondata da giardini perfettamente curati e attrezzati, e da un’ampia pineta, dove poter trovare ombra e ristoro durante le ore più calde della giornata. Inoltre, l’isola di Tavolara sorge dal mare proprio a poca distanza da cala Brandinchi: rende il paesaggio ancora più unico e potrebbe essere un’ottima idea per un’escursione.

 

Spiagge vicine

Se cala Brandinchi e Tavolara non hanno ancora appagato la vostra voglia di spiagge, sappiate che a poca distanza ci sono anche:

  • Lu Impostu, la “spiaggia gemella” di cala Brandinchi, definita come un’autentica opera d’arte;
  • La Cinta, dune di sabbia bianca e sottile che si estendono per circa cinque chilometri;
  • S’Isuledda, un altro gioiello della costa di San Teodoro.

 

Come arrivare

Cala Brandinchi è facilmente raggiungibile partendo da Olbia, uno dei principali porti dove attraccano i traghetti per la Sardegna. Per arrivare:

  • Prendete la strada statale 125 in direzione sud fino alla località Lutturai;
  • Da Lutturai, seguite le indicazioni per cala Brandinchi.

Il viaggio in auto cura circa mezz’ora.

 

Fonte immagine: Flickr.com/photos/silverman68

Articoli correlati