Cagliari sotterranea: rifugi di guerra e un anfiteatro romano

Cagliari sotterraneaL’itinerario per vedere Cagliari in un giorno lo avete già percorso. Anche i dintorni del capoluogo sardo li conoscete. Ma in città c’è ancora tanto da scoprire. In particolare c’è un itinerario che sembra lontano dall’immagine “tradizionale” della città, legata al sole e al mare: è quello di Cagliari sotterranea.

Cripta di Santa Restituta – La tradizione popolare vuole che questo sia il luogo della prigionia e del martirio della santa di origine africana. La cripta ha una storia molto travagliata e, tra le altre cose, durante la seconda guerra mondiale fu utilizzata come rifugio antiaereo.

Anfiteatro romano – Per metà scavato nella roccia e per metà in calcare bianco, alla base dell’anfiteatro romano di Cagliari si apre una serie di cunicoli e gallerie. Luoghi rimasti praticamente immutati per centinaia e centinaia di anni, utilizzati come celle per i prigionieri, stanze di servizio, gabbie per le fiere che venivano rilasciate durante gli spettacoli di gladiatori.

Cavità delle Cinque Colonne – Una lunga galleria creata come cava di estrazione. Il suo ultimo utilizzo è stato, anche in questo caso, come rifugio antiaereo durante la seconda guerra mondiale.

Cavità sotterranee e grotte:

  • La cavità di Via Vittorio Veneto, presumibilmente, risale all’epoca romana ma durante la seconda guerra mondiale fu utilizzata come rifugio contro i bombardamenti;
  • La galleria rifugio Don Bosco faceva parte di un complesso di cunicoli e gallerie, complesso ancora oggi esistente, realizzato nel 1700 dai Piemontesi per scopi militari;
  • Nelle profondità dei Giardini pubblici di Cagliari si apre una serie di ambienti molto ampi, generalmente chiamati grottoni dei Giardini pubblici, realizzati durante il Medioevo per estrarre la pietra e utilizzati anch’essi come rifugi contro i bombardamenti durante la seconda guerra mondiale;
  • Realizzato nel 1595 sulla collina a ovest dell’anfiteatro romano, nel terreno dell’orto dei Cappuccini si aprono numerose cisterne monumentali, scavate con maestria nella roccia calcarea del sottosuolo.

Sette tappe per scoprire il volto nascosto della città. E vedere Cagliari sotterranea è una delle cose da fare durante il vostro viaggio.

 

Fonte immagine: Clickr.com/photos/cristianocani

Articoli correlati