Autunno in Barbagia 2016: i 7 eventi in programma a novembre

Autunno in Barbagia 2016: il programma di novembre

Ci sono tanti motivi per visitare la Sardegna in autunno. Ve ne vogliamo consigliare uno in particolare, indicato per coloro che vogliono scoprire le antiche tradizioni di questa grande isola. Stiamo parlando dell’edizione 2016 di Autunno in Barbagia. E questi sono i sette appuntamenti in programma a novembre.

  • Ovodda (4-6 novembre). La  natura incontaminata, l’aria pulita e il clima mite sono alcune delle caratteristiche che hanno fatto guadagnare a Ovodda, che sorge tra le regioni storiche della Barbagia e del Mandrolisai, il soprannome di “paese dei centenari”. Il suo territorio è punteggiato di domus de janas, menhir, nuraghi e tombe dei giganti.
  • Mamoiada (4-6 novembre). Questo paese è indissolubilmente legato alla sfilata di Mamuthones e Issohadores. I profumi intensi dell’uva e delle castagne pervadono l’aria e la natura circostante. In questa zona si può assaggiare dell’ottimo Cannonau.
  • Nuoro (11-13 novembre). Chiamata “l’Atene sarda”, Nuoro è un po’ il simbolo della storia e delle tradizioni dell’isola. Un simbolo dominato dalla mole del monte Ortobene, racchiuso tra il rio Marreri e il fiume Cedrino: un susseguirsi di torrioni e pinnacoli separati da gole scoscese e circondati da valli.
  • Tiana (11-13 novembre). Si tratta di un piccolo borgo di montagna. Dove le tradizioni, le usanze e i metodi di produzione artigianali riescono a sopravvivere ancora oggi.
  • Olzai (19-20 novembre). Olzai è un autentico concentrato di storia sarda, come dimostrano la tomba dei giganti di S’ena de sa vacca, i numerosi nuraghi, il centro storico che conserva l’originaria architettura barbaricina.
  • Atzara (19-20 novembre). Circondata da distese di vigne, Atzara ha un centro storico ben conservato formato da vecchi quartieri che si snodano tra stretti vicoli e su cui affacciano case di epoca medievale.
  • Ollolai (25-27 novembre). Sorge a circa mille metri di altezza sul monte San Basilio. Nel territorio di Ollolai si trova la famosa Finestra della Sardegna, da dove nelle giornate di cielo limpido si possono vedere i due mari che bagnano le coste a est e a ovest. Un territorio che conserva diverse tombe dei giganti e nuraghi.

 

Fonte immagine: Flickr.com/photos/webgol

Articoli correlati