Autunno in Barbagia ultima tappa: Orune, il culto dell’acqua e degli alberi

Autunno in Barbagia 2015 Orune

L’ultima tappa di Autunno in Barbagia 2015 è Orune: dall’11 al 13 dicembre, uno dei luoghi più misteriosi e antichi della Sardegna.

 

Orune

Nato nel cuore della Barbagia, Orune si distingue per gli insediamenti risalenti al Neolitico, con siti dedicati al culto delle acque, come Su Lidone, Su Pradu, Lorana e il famoso monumento di Su Tempiesu, una fonte sacra risalente all’età del bronzo: un posto imperdibile per gli appassionati di storia archeologica. E poi numerosi nuraghi, come quelli di Santa Lulla e Sant’Efisio, le tombe dei giganti e i dolmen rendono questo territorio un luogo molto affascinante.

A rendere ancora più suggestivo il paesaggio intorno a Orune sono le sughere, gli alberi del sughero, maestosi e secolari, fonte di molte attività commerciali e artigianali che vengono tramandate nei secoli dagli abitanti del paese.

Un’altra particolarità di Orune è la sua appartenenza al parco letterario intitolato a Grazia Deledda, che descrisse questi luoghi nel suo famoso romanzo Colombi e sparvieri. Con Autunno in Barbagia 2015 visitare Orune significa riscoprire le tradizioni e la magia antica dell’isola.

 

Come arrivare

Per arrivare a Orune da Nuoro con la macchina:

  • Prendere  la SS389 di Buddusò e del Correboi
  • Proseguire sulla SP51

In circa mezz’ora si arriva a destinazione.

Per arrivare a Nuoro ci sono due importanti porti turistici:

  • Sulla costa nordorientale, Olbia
  • Sulla costa orientale, Arbatax

 

Maggiori informazioni

Se volete maggiori informazioni su Autunno in Barbagia 2015 a Orune, potete consultare:

  • il sito ufficiale della manifestazione Autunno in Barbagia
  • il sito ufficiale del comune di Orune

 

Fonte immagine: Flickr.com/photos/29325462@N04

Articoli correlati