Cinque motivi per visitare l’Asinara: cosa vedere e cosa fare

cosa vedere all’Asinara

Siete in vacanza a Porto Torres. Come molti vi avranno sicuramente suggerito, visitare l’Asinara è una tappa obbligata di questo viaggio. Anche perché è lì, a portata di mano, basta poco per raggiungerla. Vi siete convinti, vero? Adesso dovete soltanto sapere cosa vedere all’Asinara.

Per visitare questa meta, a pieno titolo una delle isole più belle della Sardegna, ci sono (almeno) 5 validi motivi.

  1. Le spiagge. Sono uno dei motivi principali a spingere ogni anno centinata di visitatori su quest’isola. Inutile dire che ne troverete di stupende. Due nomi su tutte: cala Reale e cala d’Arena, ma ci sarebbero anche cala d’Oliva, cala Sant’Andrea e cala Sabina.
  2. Il trekking. Tutti gli appassionati di questo sport saranno ben felici di aver scelto l’Asinara. Tra i percorsi più belli ci sono il Sentiero del granito, il Sentiero dell’acqua e il Sentiero dell’asino bianco. Questi percorsi sono il modo migliore per scoprire le tante cose da vedere dell’isola.
  3. Le immersioni. Anche in questo caso gli appassionati non resteranno assolutamente delusi di aver scelto l’Asinara: il suo mare è bello sia in superficie che in profondità. Alcuni consigli? Sicuramente cala Tumbarino, punta Agnadda, punta Pedra Bianca.
  4. L’asino bianco. È il simbolo dell’intera isola, lo vedrete praticamente dovunque. Non tornate a casa senza aver fatto una foto con questo pacifico animale.
  5. Cosa mangiare. Un viaggio all’Asinara non potrà mai dirsi completo senza aver assaggiato i piatti tipici della zona: pane con purpugia e cipolle, malloreddus alla campidanese, fregola con arselle, panadas.

Queste sono le cinque cose da vedere assolutamente durante un’escursione all’Asinara. E prima di partire vi sarà utile:

 

Fonte immagine: Flickr.com/photos/8810882@N03

Articoli correlati